SOFTWARE DEVELOPMENT

 

Lo sviluppo di software di Offshoring è la giusta scelta?

FORFIRM OFFRE L'OPPORTUNITÀ DI RIPRISTINARE LE VOSTRE CAPACITÀ SOFTWARE IN EUROPA.

   

FORFIRM, software "fatto in casa"
Sfrutta i nostri servizi e soluzioni di sviluppo, manutenzione e gestione delle applicazioni end-to-end che offrono un valore aziendale misurabile.

OFFERTE DI SERVIZI

 

-SVILUPPO DI APPLICAZIONI

-MANUTENZIONE E SUPPORTO APPLICATIVO

-CONSULENZA DI SETTORE

-CONSULENZA TECNOLOGICA

-SVILUPPO DI FONTI APERTE E MIGRAZIONE

ESPLORA LE SOLUZIONI

 

-AGILE E DEVOPS

-MODERNIZZAZIONE DEGLI INFISSI

-NIA PER L'APPLICAZIONE

-SUPPORTO E MANUTENZIONE

L'OPZIONE DI RESHORING:

 

Forse è il momento di recuperare la produzione, e ciò comporta delle sfide

 

 

Quali sono i fattori trainanti e in che modo il Reshoring potrebbe giovare alla mia azienda?

 

Diversi fattori stanno guidando il Reshoring. Questi fattori possono essere suddivisi in tre categorie: costi di atterraggio, costi nascosti e gestione del rischio. Le aziende possono evitare le fluttuazioni valutarie internazionali, i problemi tariffari e logistici, e proteggere meglio i segreti commerciali e i brevetti producendo negli Stati Uniti. L'abbondante fornitura di gas naturale in Nord America aiuta a mantenere i costi operativi ragionevoli, e i governi locali e statali sono desiderosi di reclutare produttori offrendo incentivi fiscali e zone imprenditoriali. La cosa più importante è che le aziende stanno analizzando i vantaggi competitivi per un migliore controllo della qualità e per una catena di fornitura più breve e reattiva; queste sono le chiavi di un mercato in costante cambiamento guidato dalla tecnologia.

 

Per definizione, il Reshoring sta riportando la produzione negli Stati Uniti. In generale, il passaggio a Reshore è guidato da una riduzione del divario nel costo unitario per unità di terra per il mondo in via di sviluppo rispetto alla produzione interna. Tuttavia, ci sono una varietà di costi nascosti, rischi aziendali e fatiche organizzative associate. Dissociarsi da paesi con pratiche commerciali a volte discutibili come Cina, India e Messico è un ulteriore vantaggio del Reshoring. Infine, molti comuni statunitensi offrono sgravi fiscali, sovvenzioni e altri incentivi per attirare posti di lavoro nel settore manifatturiero nella loro regione.

 

L'elemento principale alla base del fenomeno del Reshoring è la rapida riduzione del divario dei costi terrestri tra il mondo in via di sviluppo e gli Stati Uniti. Il costo del lavoro in Cina sta rapidamente crescendo, mentre il costo del lavoro negli Stati Uniti è rimasto piatto per oltre un decennio.

Il boom della produzione nazionale di gas naturale ha creato un enorme vantaggio in termini di costi per i produttori nazionali. Questo fenomeno ha portato ad un drammatico differenziale di costo rispetto ad altre regioni del mondo. Non solo il gas naturale alimenta le fabbriche della nazione, ma è anche una materia prima di alcuni prodotti, come la plastica, l'ammoniaca, l'idrogeno, il metanolo e le scorte di mangimi. Inoltre, nell'ultimo decennio, il renminbi cinese ha visto un apprezzamento del 30% rispetto al dollaro statunitense. Inoltre, c'è il costo di gestione dei fornitori remoti o degli impianti di produzione. Mentre la maggior parte delle aziende di solito tiene conto di alcuni costi associati ai viaggi nei siti di produzione, molte aziende sottovalutano le esigenze manageriali del business globale. Ciò conduce ad una situazione in cui l'azienda non dispone di personale sufficiente sia in termini numerici che di capacità rispetto ai nuovi requisiti aziendali.

 

Un'altra area tipicamente non pienamente considerata è il costo associato ad una catena di approvvigionamento allungata. Con tempi di consegna che raggiungono le otto settimane, qualsiasi interruzione della produzione o problema di qualità può diventare molto costoso per un produttore. Il desiderio secolare di avere un mezzo di trasporto "più veloce di una barca, ma più economico di un aereo" sembra essere destinato a sopravvivere a noi. Così, piccole interruzioni nella fornitura possono diventare abbastanza costose quando è necessario il trasporto aereo, per mantenere i clienti soddisfatti.

 

L'unico aspetto raramente compreso e quasi mai calcolato è il "costo nascosto" associato alla produzione estera. Tradizionalmente i paesi manifatturieri a basso costo hanno inevitabilmente un grande problema: la corruzione. Secondo Transparency.org, paesi come la Cina, la Malesia, l'India e il Messico hanno tutti indici di percezione della corruzione inferiori a 50 su una scala di 100 (di cui 100 sono i meno corrotti). La corruzione si manifesta in una varietà di modi, compresi i pagamenti illegali, le omissioni deliberate di processi di qualità, il furto della proprietà intellettuale e la violazione delle leggi sulle risorse umane.

 

Anche una volta identificati tutti i costi, ci sono ancora dei rischi aziendali che devono essere valutati. La vostra organizzazione è disposta ad accettare i rischi associati ad una supply chain di otto settimane? Vi sentite a vostro agio nell'assicurare che non ci sia una supervisione della qualità? Il vostro impianto o fornitore farà parte di uno scandalo legato alle questioni ambientali o ai diritti dei lavoratori? Siete in grado di sopportare i potenziali problemi di pubbliche relazioni associati ad attività fraudolente o scandalose? La valutazione della vostra azienda si basa sulla proprietà intellettuale associata al vostro prodotto e potete rischiare di farla copiare? Tutte queste domande devono essere affrontate come parte della vostra strategia di produzione globale.

 

Costruire un modello analitico

 

Spostare la produzione a casa non è una cosa semplice, e i critici del Reshoring hanno punti validi. Le aziende fanno tutto il possibile per mantenere basso il numero di dipendenti. C'è una maggiore abbondanza di lavoratori altamente qualificati all'estero oggi più che mai - e una carenza negli Stati Uniti. I critici sostengono che c'è anche una carenza di management esperto, un ecosistema insufficiente, una mancanza di scala e, in alcuni casi, una mancanza di impegno politico.

 

Le aziende del mercato centrale non hanno le risorse e la sofisticazione internazionale delle grandi multinazionali. Le piccole imprese non hanno il capitale per assumersi il rischio di ricostruire la catena di approvvigionamento interno. È necessario stipulare nuovi accordi con i fornitori. Particolarmente importante è l'ubicazione dello stabilimento vicino alle reti di fornitori e ad una forza lavoro ben addestrata. Costruite strumenti ridondanti o spedite gli strumenti esistenti dall'estero? Qual è la vostra strategia di inventario per supportare il trasferimento? Chi possiede il toolong e come lo trasferite efficacemente negli Stati Uniti?

 

Le aziende devono anche creare un piano di progetto, o un modello, per la transizione. Se un produttore di un contratto estero sente che state lasciando, il fornitore potrebbe rifiutarsi di emettere credito per i crediti, creando così una situation cash on demand, o semplicemente smettere del tutto di lavorare per voi. Se si dispone di una persona giuridica straniera, la liquidazione potrebbe essere difficile a seconda delle leggi locali. Spostare denaro contante da un paese ospitante può essere difficile o impossibile. In breve, non si sa come reagirà il paese ospitante.

Il modello decisionale dovrebbe prendere in considerazione le implicazioni e le strategie fiscali, così come l'analisi immobiliare. L'azienda dovrebbe tenere conto di tutti i costi, compresi i costi di trasporto, i costi energetici, l'inventario, i salari e altri costi legati alla catena di approvvigionamento. Una volta valutata, si può poi prendere una decisione sulla linea d'azione appropriata.

 

Le aziende che hanno fatto la mossa

 

 

Sulla base delle informazioni raccolte dall'Istituto Reshoring, molte aziende hanno reshoring con successo. GE ha investito 800 milioni di dollari in Appliance Park, riportando la produzione di scaldabagni, frigoriferi, lavatrici e asciugatrici. Lo stabilimento sindacale di Louisville, nel KY, impiega oltre 1.300 dipendenti. L'azienda ha scoperto che collaborare alla progettazione con i dipendenti è stato più facile. Oltre agli incentivi fiscali per il ritorno negli Stati Uniti, l'azienda ha citato i problemi di inventario e di consegna e l'aumento dei costi totali di produzione in Cina.

 

Scovill ha spostato un impianto a bottone dalla Cina a Clarkesville, GA. Il motivo del trasferimento è stato l'aumento del costo del lavoro, l'aumento dello yuan, e un quarto dei loro dipendenti cinesi non è tornato al mondo del lavoro dopo una vacanza.

 

Bailey Hydropower si è trasferita dal suo impianto di cilindri idraulici di 100.000 piedi quadrati a Chennai, in India, ad uno stabilimento di 60.000 piedi quadrati a West Knoxville, TN. Le ragioni addotte erano la consegna più veloce e meno problemi relativi alla catena di fornitura e alla qualità.

Conclusione

 

Nel 1978, gli Stati Uniti videro un massimo di 19 milioni di posti di lavoro nel settore manifatturiero e nel 2000 erano ancora 17 milioni. E' stato seguito da un forte calo e le cifre sono diminuite ogni anno, con piccole eccezioni negli ultimi due anni, a poco meno di 13 milioni. Espressa come percentuale dell'occupazione totale degli Stati Uniti, la produzione è diminuita costantemente dal 20 per cento nel 1940 a circa il 10 per cento oggi, secondo il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti, Bureau of Labor Statistics.

 

Come stanno le cose oggi, il Reshoring deve dimostrare che è più di una bravata di pubbliche relazioni. La perdita degli impianti di produzione e dell'occupazione continua ad essere una tendenza importante, ma con incentivi e benefici competitivi, la prospettiva di Reshoring è promettente. Mentre non ci riporterà ai livelli di occupazione manifatturiera degli anni '60 e '70, il Reshoring può aiutare a bilanciare la catena di approvvigionamento con alcuni componenti realizzati qui, alcuni all'estero e alcuni "near-shoring" in Messico per alcuni prodotti. Per raccogliere i benefici del Reshoring ed evitare difficoltà durante la transizione, le aziende dovrebbero pianificare attentamente ed eseguire il loro Reshore move per assicurare che le loro catene di fornitura non vengano interrotte.

PERCHE' ESTERNALIZZARE IN INDIA E' UNA CATTIVA IDEA?

 

 

La questione che dovrebbe essere avvicinata da due lati

 

 

 

Mancanza di esperienza

Zhenya Rozinskiy ha scritto nel suo articolo "Why Is Indian Outsourcing Doomed" che l'India sta affrontando la cosiddetta "Tech Bubble" che è, secondo le sue parole, un fenomeno in cui persone senza un background tecnico stanno diventando ingegneri del software o QA solo perché queste posizioni sono prestigiose e permettono di guadagnare denaro. Egli spiega che questo fattore influenzerà la qualità dei progetti consegnati ai clienti delle aziende indiane, in quanto i loro progetti saranno un banco di prova per gli sviluppatori entry-level.
Ci sono un sacco di opinioni simili che si possono trovare su Internet. E tutti loro innescano un'immensa reazione difensiva. La mia argomentazione è che questa è una pratica molto frequente per fornire un terreno di formazione per i dipendenti entry-level in tutto il mondo. Questo non succede solo in India, ricordatelo.

 

Differenza di tempo

Un altro argomento frequente che è contro il lavoro con gli ingegneri indiani è la differenza tra i fusi orari. La differenza è in realtà immensa. Il problema principale della differenza é che ci vogliono più di 24 ore per ottenere una risposta da un team di sviluppo. Tuttavia, una risposta tardiva può essere causata non solo dalla differenza di tempo, ma anche dalla mancanza di informazioni, ad esempio. Di solito, i team agili cercano di adattarsi agli orari dei clienti se la differenza di fuso orario è minima.

 

Costi misti

Rozinskiy cita i "costi misti" nel suo articolo. Egli descrive l'aspetto di un tipico team indiano di sviluppatori:
50% - junior che possono a malapena lavorare;
25% - junior che sono un po' meglio del primo gruppo;
25% - gli sviluppatori mediani che di recente sono stati junior.
Questa distribuzione non ha nulla a che fare con l'aspetto che ha in realtà, perché gli influencer non possono semplicemente generalizzare tutti gli sviluppatori indiani, anche se si ha una lunga esperienza di collaborazione con alcuni dei team che si trovano lì.
Insieme alla distribuzione delle posizioni degli sviluppatori in un team, l'autore scrive dei "costi misti", il che significa che pagherai per gli sviluppatori senior invece di quelli sopra menzionati.

 

Le sfide della comunicazione

Secondo le parole di un altro autore, Christophe Delsol, illuminando i lettori sui rischi di outsourcing in India, uno dei principali svantaggi è che gli sviluppatori indiani preferiscono la comunicazione verbale piuttosto che scrivere documentazione SRS. Ciò conduce all'errata interpretazione dei compiti assegnati e all'incomprensione tra un cliente e uno sviluppatore. Tuttavia, tutti sappiamo che quello è il cliente che sceglie un fornitore. I processi e le questioni di comunicazione dovrebbero essere discussi all'inizio della vostra collaborazione.

 

 

I programmatori indiani sono sopravvalutati?

 

 

Abbiamo trovato una risposta brillante a questa domanda su Quora. Rambabu Thota, per esempio, ritiene che la programmazione non abbia nazionalità o religione. Non è corretto giudicare i talenti in base alla loro razza.
Molti sviluppatori indiani sono offesi nei thread di Reddit, Facebook, o su altre pagine di social media solo perché è molto diffuso considerare che tutti gli indiani scrivono il codice di bassa qualità. Ma vi ricordate che molto tempo fa, nel 2005, Bill Gates disse che i migliori programmatori di Microsoft sono indiani, vero?
Quell'anno, durante la sua visita in India, Gates ha anche annunciato il concorso per giovani sviluppatori indiani, il cui obiettivo principale era quello di trovare i talenti emergenti. Nel suo discorso, ha detto che il suo obiettivo è quello di rendere i dispositivi digitali economici e facili da configurare per gli utenti. Non è forse la ragione principale per cui così tante aziende internazionali esternalizzano i loro progetti in India, dato che questo paese offre "manodopera a basso costo"?. Vediamo quanto guadagnano gli sviluppatori indiani.
Secondo Payscale, gli sviluppatori indiani fanno circa 391.000 Rs all'anno. Quello è circa 5.700 USD. Il pagamento annuale più basso è di 179.000 Rs (2.600 USD) mentre il salario più alto raggiunge 884.500 Rs (12.900 USD). La tariffa oraria varia da 98,5 Rs a 1.230 Rs (14-18 dollari all'ora). Le competenze altamente retribuite includono C+++ e Java/J2EE. I dati su Payscale sono supportati da 11.410 rapporti individuali degli sviluppatori che lavorano in India.

DICEUS1

 

 

Fattori che influenzano gli stipendi degli sviluppatori in India

 

 

In primo luogo, dovremmo menzionare le competenze come il fattore principale che influisce sui pagamenti. Le competenze che sono le più ricercate tra i programmatori sono le seguenti:
-Java/J2EE
-C++
-JavaScript
-Netto
-SQL
-jQuery
-C#
-HTML e CSS
-ASP.Net
-Microsoft SQL Server

 

Il genere è il secondo fattore che influenza il coinvolgimento lavorativo, poiché Payscale mostra che l'84% degli uomini e solo il 16% delle donne lavorano come ingegneri del software.
Anni di esperienza nella programmazione influenzano anche l'impegno:

 

Il 72% degli sviluppatori lavora per 1-4 anni nel settore IT;
Il 14% lavora meno di un anno;
Il 13% sono occupati come sviluppatori da 5-9 anni;
Il 2% lavora solo per più di 10 anni;
Lo 0% lavora per più di 20 anni.

 

Anche l'ubicazione degli sviluppatori influisce sugli stipendi. E' ovvio che coloro che vivono nelle grandi città guadagnano stipendi più alti di quelli che si trovano nelle piccole città. Ecco un aiuto visivo che dimostra la differenza di retribuzione per località.

 

Quali sono i principali problemi con Outsourcing in India?

 

 

Mentre molti blogger e influencer scrivono che i programmatori indiani sono incompetenti, questi ultimi stanno affrontando i problemi che li preoccupano molto. Vediamo quali questioni pressanti del giorno sono le più frequenti all'interno della comunità IT in India.
Ci sono molte recensioni e storie scritte da programmatori indiani. Di seguito sono riportati alcuni dei problemi frequentemente segnalati che si trovano ad affrontare, secondo Payscale:

 

1 -Nessun compenso per gli straordinari.

2-Tassi bassi rispetto a quelli pagati in altri paesi del globo.

3-Ambiente di lavoro stressante.

4-Scarsa gestione del progetto.

5 -Mancanza di riconoscimento e nessun beneficio.

6 -Troppi compiti per dipendente.

7-Nessuna opportunità di crescita professionale.

8-Mancanza di aggiornamenti tecnologici.

9-Ripartizione ineguale dei compiti tra colleghi.

 

Queste erano le edizioni importanti che possono interessare l'intera situazione con l'outsourcing in India.
Malgrado le imperfezioni, la gente che lavora in India come ingegneri del software, programmatori e sviluppatori descrive i pro della loro occupazione in ESSO. Qui è che cosa gli indiani gradiscono circa i loro lavori in ESSO:

 

1 -La possibilità di ottenere nuove competenze e conoscenze.

2-Creatività.

3 -Lo sviluppo delle capacità di problem-solving.

4-La possibilità di lavorare con sviluppatori esperti a distanza.

5-Apprendimento di nuove tecnologie.

6-Flessibilità nell'orario di lavoro.

7-Comunicazione con i clienti.

8-Mentorship dedicata.

9-Condizioni d'ufficio.

 

 

Quali sono gli altri svantaggi di Outsourcing in India da prendere in considerazione?

 

 

 

Questo articolo non è volto a convincervi a buttare via i vostri pensieri sull'India come destinazione di outsourcing. Infatti, stiamo cercando di capire perché così tante persone sono contrarie a questa idea. Ecco perché abbiamo raccolto altri svantaggi che dovreste prendere in considerazione mentre progettate di delegare le vostre mansioni di progetto ad un fornitore in mare aperto. Così, qui vi sono alcuni altri contro:

 

1 - Potete incontrare facilmente le truffe che copieranno e venderanno il vostro progetto SRS o altri dati relativi al vostro progetto.

2-A causa della barriera linguistica, per esempio, si può perdere tempo per lo sviluppo. Alcuni programmatori indiani non parlano inglese, ecco perché la documentazione SRS viene spesso tradotta in indiano. Ci vuole un po' di tempo, sicuramente.

3 - Secondo l'indagine Hewitt, quest'anno l'India si trova ad affrontare un aumento del 9,4% dello stipendio. Questo porterà sicuramente ad un aumento dei tassi di sviluppo. Ciò significa che i clienti devono pianificare il proprio budget di conseguenza.

 

Tra le minacce che l'India affronta oggi c'è lo sviluppo di nuovi centri, come le Filippine e la Cina, che stanno rapidamente guadagnando terreno tra gli investitori grazie ai loro vantaggi a basso costo. Ecco la necessità di confrontare gli sviluppatori indiani con i loro colleghi cinesi.

 

Programmatori Indiani contro programmatori cinesi

 

 

 

HackerRank ha concluso che le più grandi comunità di programmatori si trovano negli Stati Uniti e in India, e i migliori programmatori hanno sede in Cina. HackerRank valuta i livelli di qualificazione degli sviluppatori e unisce le comunità online di programmatori in tutto il mondo.

 

Hanno analizzato più di 1,4 milioni di attività di test effettuate negli ultimi anni. I programmatori cinesi sono superiori ai rappresentanti di altri paesi in matematica, programmazione funzionale, strutture dati. Secondo questa valutazione, l'India è un paese leader nella velocità di crescita degli sviluppatori.

 

Mentre gli indiani si lamentano degli straordinari, gli sviluppatori cinesi dormono sul posto di lavoro a causa della scarsa competenza sul mercato interno.

maps

Sviluppo del salario in Cina e negli Stati Uniti

 

 

Secondo Payscale, lo stipendio medio degli sviluppatori cinesi è di circa 182.500 CNU, che è di circa 26.900 dollari all'anno. È molto più alto di quanto guadagnano gli sviluppatori indiani. Il pagamento dipende dal livello di esperienza, dal sesso, dal luogo e da una serie di competenze di uno sviluppatore. Così, i dipendenti che si trovano a Pechino guadagnano più di quelli che vivono a Shanghai, per esempio. Le competenze richieste in Cina includono C#, C+++, Java e .Net.
Se confrontiamo i programmatori indiani con quelli americani, dovremo sicuramente scoprire quanto questi ultimi guadagnano all'ora e all'anno.
Secondo Indeed, infatti, gli sviluppatori americani guadagnano circa 102.000 dollari all'anno. Di seguito sono riportati maggiori dettagli riguardanti i diversi lavori di ingegneria del software:

-Ingegnere del software - $102K
-Sviluppatore Java - $100K
-Sviluppatore web - $71K
-Sviluppatore netto - $91K
-Sviluppatore di applicazioni - $84K
-Sviluppatore full stack - $112K
-Sviluppatore di front-end - $103K
-Sviluppatore senior di software - $117K

 

Come vedete, gli stipendi dei programmatori americani sono molto più alti di quelli dell'India o della Cina. Tuttavia, dovremmo tener conto del fatto che ogni singola posizione lavorativa negli Stati Uniti e in India può variare notevolmente, ad esempio, agli sviluppatori può essere richiesto di avere un diverso insieme di competenze.
La tariffa oraria degli ingegneri software americani varia dai 18 ai 60 dollari. Una tariffa oraria media è di $33. Le competenze più richieste includono le seguenti tecnologie e linguaggi di programmazione: Python, UNIX, Java, Java, JavaScript, Angular.js, C+++, SQL, HTML, C#, .Net, ASP.Net, Microsoft SQL Server, HTML, PHP, PHP, ecc. Gli stipendi più alti sono pagati a San Francisco, San Jose, Seattle, New York.
Tra le cose che i programmatori americani non amano del loro lavoro ci sono i problemi di gestione dei progetti, le scadenze e i documenti SRS poco chiari. Molti dipendenti si lamentano dell'alta responsabilità e della pressione sul posto di lavoro.

 

Perché gli americani esternalizzano i loro progetti in India?

 

 

Secondo il rapporto "The Indian Software Industry", i motivi più frequentemente segnalati per l'outsourcing hanno a che fare con la carenza di professionisti qualificati negli Stati Uniti. Le aziende dicono che non riescono a trovare rapidamente un numero richiesto di professionisti.
Un altro motivo per l'outsourcing in India è il fatto che le aziende americane non vogliono investire in capacità interne che non corrispondono alle loro competenze di base (ad esempio, lo sviluppo di applicazioni per le piattaforme legacy). L'outsourcing di tali progetti in India o in un altro paese permette ai loro dipendenti interni di gestire progetti più creativi.

 

Le aziende impegnate nello sviluppo di prodotti software hanno sottolineato la necessità di accelerare lo sviluppo dei prodotti a fronte di cicli di vita sempre più brevi. In alcuni casi, le ditte degli Stati Uniti esternalizzano alle ditte indiane per ottenere l'accesso a talenti ingegneristici più specializzati, in particolare nel settore delle telecomunicazioni. Altri motivi includono l'opzione delle operazioni 24 ore su 24 e la capacità dei fornitori indiani di assemblare squadre "funzionali" di ingegneri con un preavviso molto breve.

 

La cosa che ha sorpreso gli autori del rapporto:

"Un motivo che ci aspettavamo di sentire, ma spesso non lo ha fatto, è stato l'outsourcing per ridurre i costi. Molti degli intervistati hanno minimizzato questa questione, insistendo sul fatto che il costo era una considerazione relativamente minore".

Ciò sembra essere una risposta alla preoccupazione prevalente negli Stati Uniti circa i possibili danni agli ingegneri statunitensi derivanti dall'outsourcing del software e dall'afflusso di programmatori stranieri. È anche incoerente con l'ampia concorrenza sui prezzi che prevale nell'industria indiana del software. Secondo il rapporto, la maggior parte dei manager statunitensi ha commentato le eccellenti capacità di programmazione e codifica disponibili in India. Inoltre hanno notato che i loro fornitori indiani erano buoni e principianti disposti e ricettivi alle nuove idee e flessibili in termini di piattaforme software e hardware per le quali forniscono servizi.
Potreste essere interessati all'argomento correlato: "Outsourcing in India o Ucraina? Differenze tra le migliori destinazioni".

 

L'organizzazione di Outsourcing del software in India

 

 

 

L'outsourcing del software e le esportazioni sono divisi in tre categorie in base a dove il software è sviluppato e come lo sviluppo è gestito e organizzato.

La prima categoria è la consulenza in loco o progetti in loco, dove l'azienda indiana mette a disposizione del cliente statunitense professionisti del software con le particolari competenze tecniche richieste dal cliente. Queste competenze possono variare dal software per mainframe alle competenze specialistiche in piattaforme UNIX e WinNT con competenze di programmazione JAVA. In sostanza, l'intero progetto viene eseguito presso la sede del cliente. Il cliente gestisce il progetto, controllando i deliverable e le scadenze. Il software viene sviluppato secondo i processi del cliente.
La seconda categoria di esportazioni ha un mix di lavoro svolto sia all'estero (cioè in India) che in loco. In questo modello, l'azienda indiana invia alcuni professionisti del software presso il luogo del cliente per l'analisi dei requisiti o la formazione in un particolare sistema. Questi professionisti allora portano di nuovo in India la documentazione di SRS ed hanno una squadra più grande che sviluppa il software all'estero. Se il progetto è grande, un paio di professionisti indiani rimangono presso il luogo dei clienti e fungono da collegamento tra i responsabili di progetto all'estero e i clienti. A volte questi professionisti in loco sono necessari per i funzionamenti di emergenza e per rassicurare il cliente che il progetto sta procedendo secondo il programma. Per eseguire tali progetti, una società ha bisogno non solo di professionisti qualificati, ma anche di un processo di sviluppo software e metodologia, e la capacità di gestire lo sviluppo software. A differenza dei progetti in loco, lo studio indiano fornisce anche competenze tecniche e manageriali.

 

Il terzo metodo di esportazione del software è sotto forma di un Offshore Development Center (ODC/OSDC). Un Offshore Development Center è una forma di organizzazione popolare soprattutto per le aziende con sede negli Stati Uniti e in Europa e che desiderano approfittare del pool di talenti qualificati e salari più bassi in India. Un centro di sviluppo offshore comporta un contratto ombrello con un accordo a lungo termine sui prezzi del tempo e dei materiali (solitamente standardizzato su base uomo-ora). In questo metodo di outsourcing, una grande parte del progetto viene eseguita in mare aperto e la ditta indiana è responsabile del rispetto dei programmi di consegna. Di tanto in tanto, il cliente invia i progetti al centro. Per ogni progetto, le trattative sono in gran parte limitate alle risorse e al tempo che saranno necessari. In alcuni casi, il luogo in cui si svolge il lavoro è fisicamente separato (dal resto dell'azienda indiana) e protetto. Molte delle società di software indiane affermate avranno più di un centro di sviluppo.
Le ditte che sono state software di outsourcing alle ditte indiane per un lungo periodo preferiscono questa forma di organizzazione poiché sono sicuri delle capacità della ditta indiana e si affidano ai loro processi per la consegna del software. Lavorare insieme nel corso del tempo riduce il tempo per l'addestramento così come il trasferimento di conoscenza.

 

 

Conclusione

 

 

Per riassumere, dovremmo dire che l'intera immagine del mercato indiano e l'esperienza di outsourcing è piuttosto mista. Da un lato, il mercato dello sviluppo software in India sta crescendo rapidamente dimostrando una tendenza allo sviluppo di organizzazioni basate su prodotti. D'altra parte, gli sviluppatori indiani hanno pochissime opportunità di migliorare le loro abilità, imparare nuove tecnologie e avanzare di posizione. Lo stipendio che guadagnano è piuttosto basso rispetto al pagamento offerto negli Stati Uniti d'America, in Cina o in Europa.

Non possiamo solamente acconsentire all'opinione "outsourcing indiano condannato" o altro senza neppure provare.
Se avete intenzione di ottenere il vostro progetto fatto da sviluppatori offshore, si dovrebbe essere molto attenti quando si sceglie il fornitore giusto. Ovunque vogliate esternalizzare i vostri progetti, si dovrebbe essere consapevoli dei suggerimenti e trucchi per controllare se l'intenzione del vostro fornitore è di barare o meno. Se avete domande sullo sviluppo di software offshore, sentitevi liberi di chiedere ai nostri esperti. Possiedono una solida conoscenza in formazione, consulenza, nell'auditing e valutazione.